LA NATURA INSEGNA

L'onda nasce sollevandosi dal mare. Rimane stabile per un certo tempo. Poi decresce e si fonde nuovamente nel mare. Così è la nostra vita. Si nasce e si cresce. La nostra crescita rimane stabile per un certo periodo di tempo. Poi il corpo invecchia e l'Anima ritorna alla propria Fonte d'Origine. Quando l'onda è stata riassorbita dal mare non possiamo certo dire che sia scomparsa nel nulla. Allo stesso modo quando il corpo ritorna alla terra, l'Anima non svanisce, non si dissolve, semplicemente ritorna al Suo stato naturale.
Chi mai insegnò agli uccelli a percorrere migliaia di chilometri per emigrare? Su quali libri impararono il momento giusto in cui avrebbero dovuto lasciare un paese per dirigersi altrove? E chi gli indicò la strada? E come si trasmisero le informazioni, di generazione in generazione affinchè non andassero perdute? Nessuno strumento tecnologico mai li sfiorò. Nessun orologio conobbero. Mai consultarono un centro metereologico. Dio, la Legge Amorevole di autoconservazione e autoprotezione, fu scritto nei loro Cuori da sempre e per sempre. E se questa Legge Divina di Amore sa prendersi cura perfino del più piccolo uccellino, forse che l'essere umano ne sia privo? Che cosa temere? Perchè piangere se l'Onnipresente Legge di Autoconservazione Eterna Infinita e Illimitata è da sempre presente nel Cuore di ogni Creatura?
L'acqua che scorre fresca dai monti è sempre pura e pulita. Ma cosa mai succederebbe se prendessimo quell'acqua pura e fresca e la mettessimo in una buca, costringendola a stare ferma e immobile? In poco tempo diverrebbe sporca e melmosa, covo di microbi, germi e batteri. Allo stesso modo è la nostra mente quando, invece di lasciar correre i pensieri, rimugina sempre sugli stessi rancori. Finchè il pensiero scorre creativo, la mente è pura e luminosa come l'acqua di una cascata. Nel momento in cui si tormenta nel rimuginamento e nelle fissazioni essa diventa una pozzanghera sporca e melmosa. Torna a scorrere come l'acqua fresca di un torrente o di un ruscello o mente mia, e sarai salva!
Alba e tramonti si susseguono. Il nuovo giorno è una nuova vita. La notte, nel suo dolce dormire e dimenticare è una nuova morte. Si rinasce alla nuova alba luminosa dopo aver goduto il riposo dei giusti. E' un ciclo continuo. Microcosmo nel macrocosmo. Perchè temere l'oblio della morte, quando tutte le notti lo desideriamo e ci sentiamo stanchi ed affranti se non riusciamo ad ottenerlo? Ecco allora che l'Amorevole Legge Universale ci toglie il corpo quando è stanco e ammalato; così come la notte ci toglie la veglia e ci dona il sonno tanto desiderato. Una volta che la mente ha riposato, può rinascere a nuova vita. Alba e tramonti si susseguono nel loro continuo ciclo di trasformazione, dove in realtà non esiste nè vita nè morte, ma solo Pura Esistenza.
Un albero si stende sul lago, mentre il sole appare in tutta la sua bellezza. Gli uccelli volano in cielo e gioiscono al sorgere del nuovo giorno. Sullo sfondo appare la maestosa luna. Ma cosa mai sarebbe l'albero senza il sole? Cosa mai sarebbe l'acqua senza l'albero? E gli uccelli senza il cielo? E il sole senza la sua controparte chiamata luna? Nulla esiste per se stesso. L'insieme del Tutto permette la bellezza e la varietà della vita. L'insieme del Tutto permette l'Esistenza Eterna.
Per quanto bella possa essere o apparire la Natura, non ti sembra che manchi qualcosa? Gli alberi! Dove sono gli alberi? Ce ne sono sempre di meno. I nostri Guru vengono tagliati e uccisi in grande quantità. Perchè i nostri Guru? Perchè semplicemente ci insegnano a donare senza nulla in cambio ricevere. L'albero cresce a gran fatica mettendo radici dal proprio seme. Con grande sforzo il suo tronco sale fino al cielo. Partorisce i rami. Poi le foglie. Poi i fiori. E dai fiori i frutti, dopo aver sopportato i cambiamenti delle quattro stagioni, il caldo, la pioggia, la neve, il freddo e il gelo. Eppure... dopo tanta fatica... che cosa se ne fa dei frutti? L'albero non li tiene per sè. Li dona agli animali, agli esseri umani e alla terra circostante, così come con grande Amore assorbe su di sè tutto il calore del sole per poi donare l'ombra a chi desidera riposare. Perfino mentre lo uccidi con l'accetta, in cambio ti dona il profumo del suo legno. Solo noi, creature umane, compiamo sacrifici unicamente per soddisfare noi stessi. E' perchè non ci accorgiamo dei Guru-Alberi. Uccidiamo i Maestri con tutto il loro Insegnamento.
Sono un fiore solitario. Espando il mio profumo e la mia fragranza ovunque. Non importa se mai, in tutta la mia vita, passerà qualcuno ad ammirarmi, ad annusarmi, a gratificarmi per il mio costante sacrificio di essere vivo e donare me stesso in modo incondizionato. Non mi apsetto nulla in cambio del mio Essere. Solo tu, uomo, che hai in te stesso il Profumo dell'Amore, non lo utilizzi se non vieni ricambiato. Anche nei momenti più bui, in quelli in cui ti sembra che tutto sia perduto, non smettere di inondare tutti con la Virtù Naturale intrinseca del tuo Cuore. Espandi il Profumo dell'Amore indipendentemente dal fatto che qualcuno si fermi o non si fermi ad apprezzarlo. Non rinunciare ad Essere quello che in realtà tu sei! Puro Amore!